18 September 2013


Pedalare in Scozia e' piu' difficile rispetto a farlo altrove. Lo e' principalmente per una questione meteorologica, che ha negli anni influenzato le abitudini degli scozzesi, ma anche culturale, in una societa' nella quale si era soliti utilizzare l'automobile per ogni minimo spostamento. Queste abitudini sono pero' un pochetto cambiate ultimamente. I successi sportivi dei vari Hoy, Froome, Wiggins, abbinati ad una maggiore sensibilita' ambientale dei britannici, hanno di fatto contribuito ad invertire questa tendenza. Attenzione per l'ambiente che  ha portato varie citta' ad investire, a migliorare le poche piste ciclabili esistenti, a crearne di nuove.  A differenza di pochi anni fa, in citta' quali Edimburgo e Glasgow, sempre piu' persone utilizzano le due ruote per recarsi in ufficio, per accompagnare i figli a scuola, per uscire a cena la sera. Diversi bike shops hanno aperto al pubblico un po' ovunque, creando comunita' e gruppi che fino a qualche anno fa nemmeno esistevano nella realta' scozzese.




Cio' che non cambia e' il meteo. Pioggia e vento rendono cavalcavia dei veri e propri passi dolomitici. Serve pero' ben altro per impensierire lo scozzese. 

22 comments:

  1. sono stata ad Edimburgo Pasqua scorsa e... porca miseria! abbiamo beccato acqua, vento tagliente e pure una nevicata improvvisa che nel giro di 2 ore si era già sciolta.. crazy weather! ci vuole un bel po' di pazienza per girare in bici :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Pazienza? Eccome. Qui non si viene per il bel tempo.

      Delete
  2. Stavo conversando uìcon uno di Fife e indovina un pò di cosa parlavamo?! Ovviamente Small talk... the weather!!! xD e mi confermava che in un giorno è possibile avere tutte e quattro le stagioni! e che in inverno non è raro scendere sotto i 12 o 15 gradi Celsius.
    Ora io ho sperimentato andare in bici con la pioggia, e vestito con giacca impermeabile con cappuccio e pantaloni impermeabili con tanto di pronungamento per coprire le scarpe ma non basta!!! ci si bagna tutto il volto e le mani e anche le scarpe! E io sto parlando del nord italia (Emilia Romagna) dove non è che c'è tutto quel vento quindi non oso immaginare come possa essere andare in bici con venti da tornado e gelo da polo nord... brrrrrr x) però... è si c'è un però x) adoro il rispetto che hanno in Gran Bretagna per la natura, infatti è una delle ragioni principali per la quale amo questa terra. =)

    ReplyDelete
    Replies
    1. A Glasgow difficilmente si scende di molto sotto lo zero. Pioggia e vento pero' non mancano.

      Delete
    2. Si infatti hai ragione perchè ricordo di aver letto da qualche parte su Wikipedia, e altri siti come la BBC weather se non ricordo male, che a Glasgow il picco minimo invernale è intorno ai zero gradi.
      Forse quello di Fife si riferiva in general alla Scozia che nelle HIghlands a nord probabilmente ci si arriva a certe temperature polari!!! =)

      Delete
  3. Se ti dice che scende spesso sotto i -5 ti sta dicendo una cavolata. A Glasgow ci sono poche notti d'inverno quando gela e il resto della scozia (aparte la zona di montagne dove non vive nessuno) e' piu o meno uguale. Pioggia si'. Vento eccome. Il wind-chill sicuramente rende meno piacevoli le passeggiate fuori a gennaio. ma freddo proprio freddo quasi mai, aparte gli inverni del 2009-10 e 2010-11 che sono stati delle eccezioni storiche. Il problema qui e' che nei 12 anni che sono qui, ci sono state solo 3 estati caldi: 2003, 2006 e 2013. Gli altri...lasciamo stare, va!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Tutto vero. Piu' attendibile del Met Office.

      Delete
    2. Ciao. Si infatti leggevo su Wikipedia che non si raggiungono minime così elevate a Glasgow ma forse si riferiva a qualche altro luogo della scozia tipo l'estremo nord delle highlands. Ma se tu dici di vivere li da anni allora credo che sia attendibile ciò che dici.
      Questo wind-chill sono proprio curioso di sentirlo, ben incappucciato però xD ahah
      Io sono stato in Scozia nel maggio 2012 è il vento era FREDDO!!! non oso immaginare in inverno a Gennaio!!! Congelamento istantaneo senza nemmeno passare per l'ipotermia xD ahah

      Comunque sarebbe bello se potresti mettere almeno un nickname di fantasia giusto per distinguere di volta in volta nei commenti che sei la stessa persona.
      Ovviamento è solo un mio parere ;) fa come vuoi.

      Delete
  4. Io e il mio ragazzo abbiamo fatto una vacanza in bicicletta qualche anno fa. Da Loch Lomond fino a Inverness. Era maggio e a parte qualche pioggerellina, il tempo non ci sembrava poi cosi' malaccio. Posti splendidi, natura incontaminata e molto rispetto per i pochi ciclisti. Ciao!

    Ela

    ReplyDelete
    Replies
    1. Che bello traversare quella tratta con la bici! =) In quanto tempo, due giorni?

      Delete
    2. Due giorni? Macche'! Una settimana. Con calma e senza fretta. :)

      Ela

      Delete
    3. Giusto! Il miglior modo per godersi quei paesaggi è farlo con calma =) ...io vedevo la cosa da un punto di vista sportivo x) forse sono troppo patito con lo sport.

      Delete
  5. Una domanda per Italo e per gli altri italo-scozzesi.
    Sono stato nel dicembre scorso a Edi e confermo il vento tagliente e la pioggerella fine.La temperatura, invece, non era rigidissima.Nonostante questo ho visto sotto la pioggia e con l'aria frizzantina del mattino ragazzi/ragazze che sgambettavano senza fare una piega, spesso con addosso una leggera magliettina da jogging.Anche nei pub ho visto ragazze scollacciate. Sta cosa mi è rimasta impressa e forse l'ho già anche scritta, ma delle due l'una: sono loro ad avere dei geni particolari o siamo noi, e per noi intendo noi italici,che non abbiamo il fisico, supercoperti fino agli occhi con sciarpe e guanti,con la nostra bella maglietta della salute addosso, scarponi da montagna e quant'altro...Ho provato a liberarmi da sta zavorra, ma il risultato non è stata una botta di salute :-)
    Un lombardo di pianura

    ReplyDelete
    Replies
    1. Hai visto bene. Coscia (e non solo) sempre in vista. In qualsiasi mese dell'anno.

      Delete
  6. Noi italiani che abbiamo durante tutto l'anno temperature piuttosto miti abbiamo pochissime piste ciclabili. al contrario, la maggior parte dei Paesi del Nord Europa investono sempre di più in questo mezzo di trasporto, nonostante temperature e condizioni atmosferiche molto meno benevole,

    Purtroppo la mentalità, come il clima difficilmente si cambia...=\

    ReplyDelete
    Replies
    1. Insomma. Olanda e Paesi scandinavi sono lontani anni luce. La Scozia e' piu' paragonabile all'Italia per numero di piste ciclabili. Per quanto riguarda il clima e' invece unica :)

      Delete
    2. Lontani anni luce nel senso che hanno molte più piste ciclabili?

      Delete
  7. A parte il clima, che era stato veramente drammatico solo per un paio di mesi, quando studiai a Glasgow ormai circa 20 anni fa tra gli studenti il disincentivo maggiore alla bicicletta era l'elevatissimo pericolo furto.
    Bisognava portarsi in giro più lucchetti che bicicletta e anche così non stare mai tranquilli.
    Spero che la situazione sia migliorata, dopo tanto tempo :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Wow! Un messaggio dalla Glasgow degli anni '90.
      Biciclette ne rubano certamente ancora. Ma non avevo mai notato grosse differenze con altre citta' europee.

      Delete
  8. Bici. Si. Sempre! Ad Amsterdam stavo attenta alle bici...sfrecciano come auto veloci. Al momento nel paese in cui vivo le donne non possono usare le bici...gli uomini le guarderebbero e poi non sta bene. Pensate che in moto le donne ai siedono di lato come nei favolosi anni 50'. A me manca la bici...a Milano sempre andata tutto l'anno con il mio bimbo.....

    ReplyDelete

Powered by Blogger.